Vangelo Yankee. America non è – Nicolò Gianelli

Vangelo Yankee è un romanzo dello scrittore Nicolò Gianelli (1982-2015), pubblicato postumo nell’ottobre 2015 dalla ‘round midnight edizioni.


Ho sentito parlare per la prima volta di questo libro alla fine dello scorso febbraio, ascoltando il formidabile podcast Copertina di Storielibere.fm, condotto da Matteo B. Bianchi. Se siete amanti della lettura e non ve lo siete ancora recuperato, vi consiglio caldamente di darci un ascolto, ne vale davvero la pena. Vi lascio qui il link alla puntata.

Il podcast si divide in 3 parti: nella prima ci sono le letture in corso del conduttore, nella seconda (Fidati di chi ne sa) ogni puntata prevede l’intervento ed i consigli di un libraio, mentre nella terza parte (Sgoccioli) un autore racconta il proprio libro preferito, o comunque un libro che ha particolarmente amato. È proprio nella seconda parte di questo podcast che ho sono venuto a conoscenza di Vangelo Yankee, grazie all’intervento di Cristina Di Canio, proprietaria della libreria La Scatola Lilla di Milano.

Vangelo Yankee

Qual è la trama di Vangelo Yankee? L’inizio è quantomeno insolito: la storia si apre partendo dal capitolo 12 – Non è California. Presto ci si rende conto che non si tratta di un errore di stampa, perché questo è un proprio un viaggio a ritroso, che ci porterà da Los Angeles a New York, passando per la desertica Route 66 e le metropoli del Midwest.
Il viaggio è uno di quelli tipici che si potrebbero immaginare, un coast-to-coast che in molti hanno sognato e magari anche compiuto. Ma in questo caso questo viaggio noi lo vediamo raccontato al contrario.


La traversata è quella compiuta da 4 ragazzi italiani, tra i quali troviamo il narratore (alter ego di Gianelli) ed i suoi 3 amici. Ma il viaggio non parla principalmente della loro avventura, tutt’altro. Per dirla con le stesse parole dell’autore, questo è Un on-the-road atipico dove le comparse diventano protagonisti e i protagonisti assumono ruoli insignificanti. In ogni capitolo troviamo infatti dei personaggi quantomeno bizzarri (che sotto un certo aspetto potremmo definire leggendari), che incarnano la magia del luogo in cui appartengono. La loro storia diventa il nucleo di ogni capitolo, finendo poi per intersecarsi con la trama dei 4 viaggiatori, come a ricordarci della loro presenza, del loro passaggio.

Un libro capace di conquistare

Vangelo Yankee è sicuramente un libro capace di conquistare il lettore. Oltre ai personaggi indimenticabili, va segnalata la bellezza della scrittura di Gianelli, che colpisce soprattutto per l’intelligenza con la quale viene portata avanti (o indietro?) la trama dell’opera, che sprona chi legge a voler scoprire sempre di più, a cercare un ulteriore indizio, come in una caccia al tesoro. Mi sento quindi in dovere di ringraziare nuovamente Cristina Di Canio e Copertina per avermi fatto scoprire questo libro.